A seguito di notizie apparse in rete, in particolare su alcuni siti, richiamandoci alla deontologia professionale ed alla moralità che ha sempre contraddistinto non solo la nostra associazione ma anche gli obiettivi e le modalità di azione della stessa, riteniamo opportuno, anche per onestà intellettuale, fare alcune precisazioni al fine di sgombrare il campo da possibili fraintendimenti ed equivoci.

È noto che FIBio si sia da sempre concretamente e fattivamente occupata di ampliare e promuovere gli sbocchi occupazionali dei biotecnologi italiani avvalendosi della collaborazione gratuita prestata dai propri soci, i quali hanno sempre lavorato nel silenzio raggiungendo però risultati importanti.

L’ultimo successo ottenuto, attraverso un’azione costante nel tempo e mirata a sensibilizzare prima e sollecitare poi gli organi competenti, è rappresentato dal parere positivo del CUN circa l’equipollenza tra le classi di laurea LM-9 e la classe LM-6 ai fini dei concorsi per dirigente nel S.S.N.

Proprio in relazione a tale ultimo risultato, riteniamo necessario, portare a conoscenza di tutti i biotecnologi e non solo dei soci FIBio, i quali sono stati già preventivamente informati ed edotti sullo stato dell’arte, l’iter che ha portato all’emanazione del suddetto parere.

Preliminarmente occorre sottolineare che l’avvio del procedimento conclusosi con il parere reso dal CUN in data 12/01/11 è ascrivibile esclusivamente a FIBio, la quale con propria istanza (ha chiesto l’equipollenza totale ai fini dell’accesso ai concorsi nel SSN tra tutte le classi di laurea in Biotecnologia e quella in Biologia. Tale richiesta era motivata dall’intento di ampliare quanto più possibile le opportunità di inserimento lavorativo dei biotecnologi italiani, fornendo loro tutti i requisiti giuridici richiesti dalla vigente normativa per l’accesso ai concorsi previsti per i biologi.Purtroppo, è importante evidenziare, che i risultati conseguiti con tale istanza, che ha portato al parere del CUN, sono stati soltanto parziali e limitati NON per volontà ascrivibile a FIBio, ma per la non unanimità di vedute sulla questione dell’equipollenza totale da parte di tutti gli organi chiamati a rendere parere in merito.

Invero, nel procedimento previsto (ed avviato – si ripete – solo ed esclusivamente dalla FIBio) per l’emanazione del parere da parte del CUN, la normativa richiede che alcuni soggetti interessati debbano essere ascoltati in audizione pubblica. In tali audizioni hanno sollevato dubbi e perplessità circa una totale equipollenza tra biologi e biotecnologi il CBUI (Comitato Biologi Universitari Italiani), l’ANBI (associazione nazionale biotecnologi italiani), nonché alcuni membri della Conferenza dei Presidi e dei Presidenti dei Corsi di Laurea in Biotecnologie (come si evince dalla lettura del parere CUN); si è invece espresso favorevolmente l’ONB (ordine nazionale dei biologi), sia in audizione sia nel parere da esso espresso con nota del Presidente del 26/10/2009, parere indirizzato oltre che ai ministeri di competenza, esclusivamente alla FIBio unica associazione promotrice dell’azione di equipollenza.

 Tale contrasto di posizioni, in particolar modo i pareri negativi resi dall’ANBI e dalla Conferenza dei Presidi e dei Presidenti dei Corsi di Laurea in Biotecnologie ha fatto sì che il CUN emanasse un parere di equipollenza non totale (per altro affermando imprecisamente al V capoverso del parere che “Constatato che nessuno dei suddetti rappresentanti si è espresso a favore di una equipollenza generale tra le classi di laurea suddette;ciò risulta inesatto in quanto la FIBio si è espressa favorevolmente ad una equipollenza totale sia nella richiesta fatta il 08/10/2009 prot. n. S004/09, che ha dato il via a tale procedura, sia in sede di audizione) ma limitato alla classe LM-9 (o 9/S) e richiedendo per l’equipollenza il possesso di un certo numero di CFU in determinati SSD.

 

Pur tutto ciò rappresentando un successo, seppur parziale, FIBio esprime rammarico per non aver altri enti di categoria – chiamati solo a rendere un parere – saputo cogliere l’occasione che potesse portare, finalmente, ad un’equipollenza totale tra biotecnologi e biologi ai fini dell’accesso ai pubblici concorsi e quindi ad un ampliamento di offerta lavorativa per i lauretai in biotecnologie. Ciò non toglie che l’impegno di FIBio per giungere ad un’equipollenza totale sarà sempre costante e continuo e quest’ultimo risultato, raggiunto grazie proprio ad un’istanza presentata dalla stessa FIBio, rappresenta un ulteriore volano per il raggiungimento dell’obiettivo.

 

Ad ulteriore conferma dell’impegno di FIBio nella tutela degli interessi dei biotecnologi, anche in relazione ad altre problematiche, vi sono le numerose istanze protocollate presso il MIUR e le relative risposte dei diversi uffici dello stesso Ministero, le diverse riunioni con dirigenti e tecnici del MIUR, le varie interrogazioni parlamentari presentate alla Camera ed al Senato da onorevoli sensibilizzati da FIBio sul problema della mancata equipollenza tra coloro che hanno conseguito un Diploma di Laurea in biotecnologie antecedente al D.M. 509/99 e laureati in biotecnologie con laurea 7/S, 8/S e 9/S per l’iscrizione alla sezione A dell’albo dei biologi prevista soltanto per i possessori di laurea specialistica in biotecnologie, al fine di ottenere una revisione del D.P.R. 328/01.

 

Giova, altresì, citare l’impegno profuso da FIBio, unica associazione di categoria che si è attivata al riguardo, per quanto concerne l’accesso alle scuole di specializzazione. Rispetto a ciò, in seguito alle istanze che FIBio ha presentato presso il MIUR, il CUN ha reso già due pareri favorevoli che consentiranno, in sede di revisione del decreto, l’accesso ai laureati 9/S (LM-9) a tutte le scuole di specializzazione per le quali oggi è possibile accedere solo con una laurea 6/S, e per i biotecnologi 7/S (LM-7) sarà possibile l’accesso a Scienza dell’Alimentazione.

 

Inoltre, per quanto riguarda la richiesta di equipollenza dei biotecnologi triennali con tecnici di laboratorio, l’inserimento della laurea in Biotecnologie tra quelle richieste per l’accesso ai concorsi nei ruoli tecnici della polizia scientifica e l’apertura delle classi di insegnamento nelle scuole superiori, la FIBio sta percorrendo parallelamente tutte le strade giuridiche, istituzionali e “politiche”.

Di tutto quanto finora affermato è possibile dare prova in qualsiasi momento attraverso i documenti e gli atti ufficiali conservati da FIBio.FIBio, infine, si riserva, nei confronti di coloro che su tutte le circostanze sopra riportate diffonderanno notizie non rispondenti alla realtà dei fatti, ogni azione nelle competenti e opportune sedi.

Mariah Carey Nude Photos Sexy nude shots of an American singer and producer Mariah Carey from Instagram. fappening - TheFappening leaked photos Rita Ora In fact, we let our Australian customers buy Viagra online twenty for seven and can even offer overnight delivery if you are in a hurry to get your sex life restarted

Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni. Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookie sul proprio dispositivo. Per saperne di più sui cookies che usiamo e come cancellarli vedi la nostra privacy policy.

  accetto i cookies da questo sito.
EU Cookie Directive Module Information